Le malefatte del vescovo Williamson

Il vescovo Williamson è ormai tristemente noto per aver negato la Shoah. Da un cretino simile c'è da aspettarsi di tutto e difatti abbiamo la documentazione fotografica dell'enorme pasticcio nel quale s'è cacciato ed ha cacciato sia il papa che il nostro premier.

Molti, soprattutto laici e di sinistra, si sono scandalizzati a sentire Berlusconi dichiarare che "Eluana sta bene ...ha un bel colorito ... e potrebbe anche avere un figlio", quando tutti erano al corrente delle sue condizioni drammatiche. Anche il papa, con più diplomazia, aveva avuto parole adeguate alla drammatica circostanza.

In realtà Berlusconi, sensibile com'è a tutto quanto puzza di reazionario lontano un miglio, senza rendersi conto, pover'uomo, come chi va col zoppo impara a zoppicare, aveva incontrato il giorno prima il vescovo lefebvriano, il quale ha avuto con lui buon gioco, tanto più che il cavaliere in questo periodo non ha altri pensieri che per la crisi economica. Con Benedetto XVI poi, grande teorico ma poco pratico, Williamson ha un debito di riconoscenza per averlo sollevato dalla scomunica e quindi doveva sdebitarsi in qualche modo,

Dunque, il vescovo Williamson, che è un cretino, mentre stava tranquillamente negando la Shoah fra sé e sé nella sua residenza navigando in Internet, si è imbattuto in una pagina web, che riportiamo integralmente qui di seguito.

La verità sulla tragedia di Eluana
Il padre di Eluana si rende conto che bruciare la figlia in coma è impossibile

Nella foto, il mostro dopo l'ennesimo tentativo di togliersi l'impiccio della figlia in coma. «È stato in quel momento che ho capito che bisognava adire le vie legali» ci ha dichiarato Peppino disperato «contro la volontà di Dio, soltanto un patto con Pannella poteva servire a qualcosa. Ed infatti, esperto com'è in scioperi della fame e della sete, il leader radicale mi ha dato il consiglio giusto» Il cerchio infuocato è alimentato da Italgas.
Eluana in coma nella clinica di Lecco
Eluana pronta al trasferimento nella clinica di Udine
«In tutto il periodo di coma vegetativo» ci ha raccontato in esclusiva la ragazza «ho trovato comodissimi i sandali di Tods, che mi hanno salvato i piedi dai danni irreversibili che normalmente derivano dall'immobilità.» E poi ci ha aggiunto: «Non solo, in tutti questi lunghi anni anche i braccialetti e le borse di Tods mi hanno fatto compagnia e conto d'indossare, gli uni e gli altri nel mio ultimo viaggio verso La Quiete» alludendo naturalmente alla clinica di Udine, nella quale la fanciulla innocentemente pensava d'esser trasferita per un periodo di riposo. Gli abiti sono quelli regolamentari del Servizio Sanitario Nazionale.

Il vescovo Williamson, che è un cretino, non ha capito lo scherzo, e si è precipitato dal sommo pontefice e da Berlusconi per metterli al corrente dell'atroce verità, mostrando loro le foto. Forse dubbiosi sulla Shoah essi stessi, anche se pavidi ad ammetterlo, non hanno avuto dubbi su quanto Williamson raccontava loro circa la povera Eluana. Ed hanno deciso d'intervenire, ciascuno secondo la propria sensibilità: il papa, ossessionato dal demonio, ha tuonato contro l'avversario con tutta la dottrina possibile ed immaginabile, Berlusconi, da quel dongiovanni che è, ha pensato solo ad aver il tempo di sedurre l'avvenente giovane.
Tutto qui dunque. Con buona pace di Veltroni ed i suoi compari comunisti, pronti come sempre a gridare allo scandalo. Il vescovo Williamson si è naturalmente scusato con il papa per "le sofferenze e i problemi inutili" che gli ha causato. Non ha però fatto menzione sul suo incontro con Berlusconi, che ha definito "imprudente".

Per parte nostra, vogliamo segnalare che non tutto il male vien per nuocere. Possiamo infatti documentare qui di seguito quanto affetto per Eluana ha suscitato la mobilitazione derivata dall'errore di Williamson.

L'ultimo addio

Nella foto le suore della clinica di Lecco mentre, sulla scalinata della clinica, salutano Eluana in partenza. Posando per noi, Suor Leonilda (a destra nella foto) ci ha confidato ammiccando: "Nessun pericolo di restare incinta!. Io stessa ho provveduto ad aggiungere regolarmente al cocktail di farmaci di Eluana una pillola anticoncenzionale..."
Il sostegno della gente

Nella foto alcune teodem manifestano davanti alla clinica La Quiete per la vita d'Eluana. Si noti come il cilizio, specialmente realizzato dal Dott. Gibaud, risulta sotto questi abiti assolutamente invisibile, per chi vuol mantenere per sé il segreto della propria fede.
Si noti in entrambe le foto il particolare delle scarpe, adattissime, secondo gli esperti, alle circostanze.

(Febbraio 2009)

Torna alla pagina precedente!